Tribunale di Bruxelles

Un tribunale della società civile

Il Tribunale Internazionale di Bruxelles mira a combattere l’impunità di politici e alti funzionari e a fornire pareri legali sulla responsabilità penale di coloro che compiono azioni che violano i diritti fondamentali di rifugiati e migranti.


10 domande sul Tribunale di Bruxelles

Quando?

Il Tribunale avrà luogo a Bruxelles dal 16 fina 19 die settembro 2022. Da venerdì a domenica, un caso único, Fabrice Leggeri sarà trattato. Il quarto giorno sarà riservato alla riabilitazione degli aiutanti ingiustamente criminalizzati.

Perché Bruxelles?

Bruxelles è il centro della politica europea e la simbolica tana del leone.

Qual è la giurisdizione del tribunale?

Secondo l’articolo 3 dello Statuto, la giurisdizione del Tribunale è limitata ai crimini gravi contro i rifugiati e i migranti e alle gravi violazioni dei loro diritti fondamentali.

Chi sono gli accusati?

Sono gli individui, più precisamente i funzionari e i politici del Europa centrale(e non i paesi o le istituzioni) che saranno incriminati. Sono loro che attuano la politica migratoria europea e prendono decisioni che violano i diritti fondamentali dei rifugiati e dei migranti.

Varie sessione seguinte del Tribunale si ccuperanno delle violazioni dei diritti fondamentali dei rifugiati e dei migranti in altri paesi dell’Europa meridionale e sudorientale.

Quali tipi di crimini e violazioni dei diritti dei rifugiati e dei migranti sono ammessi e trattati?

Secondo l’articolo 3 dello Statuto, il Tribunale è competente a dare pareri legali sui seguenti crimini:

  • Crimini contro l’umanità;
  • Gravi violazioni dei diritti fondamentali dei rifugiati e dei migranti.

L’articolo 5 dello statuto descrive in dettaglio i crimini che violano i diritti fondamentali dei rifugiati e dei migranti:

  • Azioni che minacciano o tolgono la vita a rifugiati e migranti;
  • Lavoro forzato, schiavitù e traffico di esseri umani;
  • L’espulsione o il trasferimento illegale di rifugiati o migranti in un luogo dove rischiano di subire gravi violazioni dei loro diritti fondamentali;
  • Atti diretti contro i rifugiati e i migranti per impedire loro di ottenere uno status legale nel paese ospitante;
  • Discorsi di odio e incitamento contro i rifugiati e i migranti;
  • Altre gravi violazioni dei diritti fondamentali dei rifugiati e dei migranti.

Qual è la composizione del Tribunale?

La giuria è composta da sei giudici riconosciuti da diversi paesi, un procuratore e un cancelliere.

Chi redige i capi d’accusa?

I capi d’accusa sono presentati dall’accusa e completati dalle testimonianze di testimoni, vittime ed esperti. I testimoni e le vittime possono essere interrogati dai giudici.

Ci sarà un verdetto?

Il tribunale dà un verdetto in forma di pareri legali. Sarà formulato dai giudici del Tribunale e annunciato il più presto possibile dopo la conclusione del Tribunale in una conferenza stampa.

Come funziona il processo di riabilitazione dei rifugiati?

Il Tribunale indagherà sul vilipendio, la discriminazione e la criminalizzazione delle persone che aiutano i rifugiati. Aiutare non è un crimine, è un dovere e un diritto. I casi di soccorritori e aiutanti ingiustamente condannati* saranno indagati a fondo e verrà fatta una proposta di riabilitazione.

Come viene finanziato il Tribunale di Bruxelles?

Il Tribunale di Bruxelles è finanziato da donazioni di privati e fondazioni. Il bilancio del Tribunale è di 650.000 euro. Un terzo di questo è già finanziato da donazioni di varie fondazioni.

I commenti sono chiusi.